Description

RELAZIONE DESCRITTIVA DI PROGETTO
relazione progetto completa: https://www.dropbox.com/s/rdqn7my4oov4ytn/RELAZIONE%20ILLUSTRATIVA.pdf?dl=0

Concept
Il Concept di progetto si fonda sull'intenzione di considerare un unico spazio l'interno e l'esterno. La continuità tra i due ambienti è conferita dalla particolare forma delle membrature opache della casa. L'idea è quella di un Origami, un unico foglio piegato su sé stesso che si richiude strategicamente verso alcuni affacci e si apre in direzione della luce naturale e delle viste sul giardino. Conseguenza di ciò è uno spazio continuo, flessibile e dilatato, abitato in modo co-funzionale ed in grado di sopravvivere ai cambiamenti d’uso. La penetrazione della luce naturale e del verde, il mantenimento della privacy, il raggiungimento del massimo comfort abitativo, l’applicazione dei principi più aggiornati di sostenibilità, assumano in tale Concept formale, la loro massima espressione.
Il punto di partenza è l’attuale struttura della casa. Il progetto infatti risponde alla domanda “quali sono le modificazioni minime possibili della struttura per trasformare radicalmente gli spazi e abbracciare il concept precedentemente espresso?”. Poche e ragionate chiusure, aperture, sostituzioni, rivoluzionano l’aspetto dell’edificio pur mantenendo la memoria storica di un’architettura di pregio realizzata negli anni 60’.
Struttura
L’involucro dell’edificio, innalzato di un piano, è costituito da “fogli” murari che si piegano in continuità con i solai, donando un aspetto unitario, coerente e leggero alle membrature architettoniche.
A questo si aggiungono setti e pilastri per la maggior parte già esistenti, o in sostituzione, che garantiscono la perfetta operatività della struttura ed il suo adeguamento alle norme sismiche.
Alcune murature esistenti assumono nel progetto un ulteriore significato progettuale. Nell’ottica della continuità della vegetazione negli spazi interni, una serie di giardini verticali si posizionano su alcuni muri portanti mantenendo comunque la loro funzione strutturale.
Nel progetto si prevede di mantenere e valorizzare alcuni caratteri distintivi della costruzione originaria, tra cui la scala semi-elicoidale e i balconi ad “asola”. Tali soluzioni acquisiscono un ruolo di peso nella configurazione di progetto.
Verde
Il sistema del verde è concepito in modo tridimensionale. Nel giardino il piano del suolo presenta dei ‘lembi’ che si alzano e si abbassano raggiungendo le quote del piano terra e del piano primo. Questa semplice operazione compositiva permette di rendere gli accessi all’esterno più relazionati agli ambienti interni. Ad esempio la zona pranzo, posta al piano primo, è direttamente collegata al giardino e al barbecue.
I ‘lembi’ verdi, oltre a penetrare il volume dell’abitazione, diventano superfici verticali sistemate a giardino, sia in interno che in esterno. In ogni spazio dell’abitazione sarà quindi possibile cogliere la presenza dell’elemento vegetale.
Anche l’acqua contribuisce a formare questo ‘paesaggio esterno-interno’: la vasca idromassaggio e altre tre ‘fontane’ poste lungo le principali facciate, oltre a costituire una componente importante dell’approntamento bioclimatico dell’organismo edilizio, diventano elementi distintivi che mediano il rapporto tra fuori e dentro e veicolano la luce naturale al piano terreno.
Fluidità: spazi e percorsi
L’organizzazione degli spazi interni ed esterni è basata su di un’estrema fluidità. Più che la separazione degli ambienti attraverso porte, si è lavorato sulla compenetrazione delle funzioni e sulla giustapposizione degli arredi in base ai cicli circadiani, alle connotazioni architettoniche e ai percorsi di relazione.
Le zone sono così organizzate:
• Piano terra: “co-wellness area” (SPA, bagno a vapore, sauna, vasca e doccia emozionale, doccia, spogliatoio, SPA esterna, media room, palestra e zona relax), facilities (lavanderia, stireria, deposito e dispensa), locali tecnici.
• Piano primo: “co-living area” (spazi comuni alla famiglia, con cucina a vista, pranzo, pranzo esterno BBQ, dispensa, doccia, ingresso di servizio, soggiorno con camino e televisione).
• Piano secondo: “zone notte” (4 camere da letto, ognuna con cabina armadio, bagno ad uso esclusivo, accesso indipendente dall’esterno, accesso sugli spazi interni di disimpegno comune, di cui, una dedicata ai genitori, due dedicate ai due figli maschi, una dedicata agli ospiti).
• Piano terzo: “co-working area” (spazi di lavoro/studio comune, spazio da adibire a riunioni ristrette e riservate o momenti di studio individuale, spazio relax di rappresentanza, servizi, terrazzo, area relax esterna).

Gli accessi all’abitazione possono avvenire sia da via XXIV Maggio, sia da via Gramsci. L’accesso su via XXIV Maggio sarà anche carrabile e consentirà il parcheggio esterno di due autovetture (fondo in prato ‘armato’ a scomparsa).
Tramite l’esistente scala posta a nord sarà possibile accedere ad un ingresso di servizio lato cucina al piano primo, mentre, proseguendo attraverso una scala esterna di nuova realizzazione, si accederà alle balconate del piano secondo sulle quali affacciano tutte le camere da letto.
Le scale poste a sud est consentiranno di entrare direttamente nel soggiorno e accedere all’elevatore vetrato che percorre tutti i piani della casa. Dal piano secondo una scala vetrata di nuova realizzazione, incastonata nello spazio a tripla altezza del sogiorno, permette di raggiungere il piano terzo, destinato al co-working e al giardino di copertura.
Sostenibilità: materiali e tecnologie
I temi della sostenibilità ambientale sono stati affrontati a partire da scelte che integrino aspetti estetici con soluzioni di architettura bioclimatica caratterizzate da sistemi solari attivi e passivi.
Il tetto di nuova realizzazione è orientato verso il sole in modo ottimale ed è interamente rivestito di pannelli fotovoltaici ibridi che consentano la produzione sia di energia elettrica, sia di acqua calda sanitaria.
La facciata sud è costituita da un camino solare, un doppio layer di vetrate altamente performanti con intercapedine di 60 cm.
In estate i movimenti convettivi che si creano all'interno di tale intercapedine consentono di "attirare" aria fresca dalle zone di giardino in ombra e raffrescate dalle fontane, tramite apposite serrande.
In inverno l'aria calda formata in copertura viene veicolata all'interno dell'abitazione al fine di contribuire naturalmente al riscaldamento degli ambienti. Un altro ridotto camino solare è posto nello scanso della parete sud per potenziare i moti convettivi positivi interni.
Le facciate esposte alla radiazione solare, in particolar modo sud e ovest, sono dotate di pannelli frangisole scorrevoli per schermare selettivamente gli apporti solari e per gestire a proprio piacimento la privacy. Tali pannelli sono costituiti da un framing in tubolare quadro di alluminio con pale di legno mineralizzato verticali orientabili allo scopo di modulare precisamente il rapporto interno-esterno.
Un sistema di raccolta delle acque piovane consente, dopo apposito filtraggio, il loro utilizzo per l'irrigazione, per il giardino, per gli scarichi dei wc.
Nella parte di copertura piana verso nord è prevista la posa di un tetto giardino che garantisce un sensibile miglioramento delle prestazioni energetiche dell'edificio e una massa di inerzia termica in grado di ridurre le escursioni giorno-notte. L'isolamento a cappotto è previsto a spessori differenziati nei 4 orientamenti, al fine di ottimizzare gli apporti energetici esterni, più che bloccarli indiscriminatamente.
Particolare cura verrà posta alla scelta dei materiali, che saranno a bassa "energia grigia racchiusa", riciclabili e a bassa manutenzione.
I materiali di finitura sono previsti naturali al tocco e alla vista, pur non rinunciando a tecnologie all'avanguardia. Il progetto di paesaggio è stato approntato non attraverso geometrie, ma con linee naturaliformi.
Esso prevede una piantumazione vicino al confine con arbusti di medio fusto che schermino dall'esterno, ma che formino anche un layout frastagliato non continuo della quinta finale. Ad un livello più interno, gruppi di arbusti, fiori e graminacee rendono morbida la vista dei confini.
Quattro alberi scenografici sono stati posizionati al fine di ottimizzare i guadagni da irraggiamento e tramite studio delle ombre proiettate durante il percorso del sole.
Le scelte delle specie sono state fatte allo scopo di ridurre al minimo le operazioni di manutenzione e mantenimento.
Per quanto riguarda i sistemi di oscuramento delle ampie vetrature, si vuole operare una scelta di minima invasività estetica proponendo il montaggio di film a cristalli liquidi che possono opacizzarsi a comando elettronico dimmerabile o, comunque, gestiti da un impianto domotico. Tale sistema può essere integrato da veneziane motorizzate recluse nella vetrocamera, garantendo così infinite possibilità e combinazioni di filtraggio della luce.
La sicurezza della proprietà è garantita da una totale visibilità delle zone esterne. Questo facilita la posa di un sistema efficiente di videosorveglianza, sulla base del fatto che la prima barriera di protezione è quella più perimetrale possibile. Internamente è previsto un sistema d'allarme anti infrazione collegato alla rete, sia perimetrale che volumetrico.
Feng Shui e ambiente
La disposizione interna delle aree funzionali è stata progettata sulla base dei principi del "Feng Shui", antica arte orientale che consente di ottenere il massimo beneficio energetico dagli spazi abitati in rapporto ai cicli del sole e alla conseguente penetrazione della luce naturale. Dato il baricentro geometrico della casa, dove è collocato il camino, focolare e simbolo caldo del cuore dell'abitazione, la zona living segue i perimetri nord, ovest e sud dove si dislocano le energie più consone alla socializzazione, comunicazione, piacere. L’ingresso principale della casa è orientato verso sud-est e approfitta così dell’energia vivificante e creativa del mattino. Le camere da letto, oltre all’orientamento e alla disposizione del layout interno, raggiungono un equilibrio dinamico attraverso i materiali e le forme dell’arredamento. L’area co-working è stata posta all’ultimo piano, dove la vista spazia a 360° e la luce naturale può penetrare gli ambienti mettendo a disposizione dello studio le benefiche energie del sole portatore di motivazione, vitalità ed entusiasmo. L’area co-wellness si situa al piano terreno dove l’energia della terra stimola il piacere di prendersi cura del proprio corpo. In tal modo, il feeling che la villa trasmetterà sarà quello positivo della composizione armonica di spazi e luci naturali, materiali e attività.
P.S.: nella tavola della sezione tecnica sono presenti le verifiche dimostrative dell'ottemperanza alle normative urbanistiche.

GoPillar
Best Customer Service ever 🙂

GoPillar
Hi there 👋

How can we help you?
×
>