Description

La progettazione della vostra futura casa è iniziata, innanzitutto, analizzando la base di disegno che ha fornito, nelle sue buone idee e nelle sue criticità.

Ho mantenuto a grandi linee la disposizione dei locali, per esempio zona living e camera padronale verso sud, ma non ho potuto fare a meno di modificare le problematiche, che a mio parere, erano presenti:
La mancanza di una maglia strutturale ( senza una disposizione dei pilastri viene meno la fattibilità del progetto), il bagno del piano terra senza antibagno (è obbligatorio per legge), la scala senza un carattere preciso ( in una villa di questo tipo, la scala può diventare un elemento architettonico importante), la mancanza di un ingresso vero e proprio, il corridoio del primo piano troppo ampio e infine dei prospetti anonimi caratterizzati solamente da una copertura in legno.

Tenendo conto di questa analisi ho cercato di sviluppare la mia proposta:

La progettazione si basa su un approccio bioclimatico alla costruzione, analisi delle ombre nei vari periodi dell’anno; ventilazione naturale tra piano terra e piano primo e doppia esposizione per il living; disposizione dei locali in rapporto col terreno e con l’esposizione solare (meglio spiegate nella tav.concept).

Due spessi muri rivestiti in pietra “proteggono” la casa sul fronte nord, verso il fronte sud le grandi vetrate, il terrazzo e il tetto obliquo in legno sono gli elementi che donano carattere alla dimora.
Pietra, legno e vetro sono i materiali usati: la pietra per i muri a nord e la pavimentazione esterna che si protrae fino alla zona living, in modo da vere continuità tra interno ed esterno. Il legno come rivestimento dei muri verso sud e come pavimentazione per la cucina, l’ingresso, le camere e il terrazzo in continuità. Il vetro per le vetrate a tutta altezza, superfici sono protette dai raggi solari da una serie di frangisole in legno.

L’ascensore non è più un volume accostato alla parete, ma parte integrante dell’ingresso, appena entrati nella casa in un colpo d’occhio si può vedere tutta l’articolazione dell’edifico: il soggiorno che si protrae fino al giardino, una grande cucina ad isola conviviale, in cui non è un luogo dove si preparano solo i cibi, ma è parte inclusiva del living, la scala è un oggetto scenografico, che permette l’entrata della luce diffusa da nord, infine la soletta con le sue bucature ad hoc consentono il passaggio di luce e aria dal piano primo.

Per concludere, carattere e approccio bioclimatico sono i capisaldi su cui si basa questo mio lavoro, spero che sia di suo gradimento.

NB: tutti gli spazi rispettano le metrature minime secondo regolamento edilizio:
camera matrimoniale, minimo 14 mq
camera singola, minimo 9 mq
bagno, minimo 4 mq ( antibagno obbligatorio per il bagno vicino alla cucina)